Richiedi subito un preventivo sulle arance di Ribera DOP o contattaci al numero 3371098096 Dott. Salvatore Martorana anche su Whatsapp whatsapp

Ragno rosso: parassita delle arance

Il ragno rosso (nome scientifico Tetranychus Orticae) è noto anche con il nome di Ragnetto Rosso. Si tratta di un acaro caratterizzato da polifagia: esso, infatti, tende ad attaccare un alto numero di specie vegetali, in primo luogo la soia, piante ornamentali, ortaggi come il pomodoro ed il fagiolo ed un vasto numero di piante da frutto (e quindi anche le arance di Sicilia). In genere, gli attacchi di Ragno Rosso avvengono durante i mesi estivi in quanto tale creatura predilige i climi caldi (ma non eccessivamente) ed umidi, poco o per nulla piovosi. Capirete bene, quindi, che il Ragno Rosso può essere una grave minaccia per le colture siciliane che si trovano a convivere con un clima caldo-umido per buona parte dell’anno.

Come agisce il Ragno Rosso?

L’attacco di questo parassita è diretto innanzitutto alle foglie, nella pagina inferiore: esso si nutre del citoplasma e tale azione ne determina una decisa depigmentazione e, successivamente, il disseccamento fino alla definitiva caduta. Per riconoscere i casi di infestazione particolarmente gravi, basta controllare la presenza di ragnatele che il ragno rosso è in grado di tessere tra le foglie ed i rami della pianta oggetto di attacco, mentre sulle foglie possono comparire dei puntini determinati dalle punture. Il ragno rosso, infatti, sulle arance opera effettuando delle piccole punture che, forando lo strato superficiale, gli consentono di arrivare fino alle cellule, svuotandole e portandole alla morte. Il ragno rosso responsabile degli attacchi agli agrumi è il Panonichus Citri (lo stesso che assalta gli alberi di pere, noci e mandorle): esso determina la presenza di chiazze giallognole sulla buccia di arance e mandarini e argentate su quella dei limoni. L’infestazione da Ragno Rosso può essere molto pericolosa per la salute della pianta, ma può produrre anche danni economici molto rilevanti per i produttori di arance siciliane: esso, infatti, oltre alla caduta delle foglie può determinare la mancata crescita dei frutti che pertanto possono risultare di dimensioni molto piccole, di qualità molto scarsa e quindi poco remunerativi nella vendita delle arance di Sicilia.

Come si combatte?

Per difendersi dalle incursioni del Ragno Rosso esistono varie soluzioni. In genere, il verificarsi di precipitazioni è sufficiente a frenare le infestazioni, ma di solito si adottano due metodi. Normalmente, chi adotta i principi della lotta integrata preferisce fare ricorso ai nemici naturali del Ragno Rosso, come ad esempio gli Acari Fitoseidi o i Coleotteri come le Coccinelle. In pratica, si tratta di utilizzare dei predatori che, in quanto tali, finiranno col distruggere la popolazione di Ragno Rosso senza naturalmente arrecare alcun danno alla pianta consentendole di tornare a prosperare, una volta debellati i parassiti. In alternativa, si possono adottare dei rimedi di natura chimica attraverso l’uso di prodotti realizzati in modo specifico, ma come sappiamo l’uso di prodotti chimici può determinare rischi per la salute umana e può determinare delle ricadute sull’ambiente circostante, quindi non è ritenuto applicabile da chi coltiva le arance con lotta integrata.

Vuoi acquistare le Arance di RIbera DOPi e riceverle a casa tua?

CLICCA QUI per accedere alla vendita online delle arance di Ribera e dei prodotti tipici della Sicilia, oppure CONTATTACI VIA MAIL per richiedere un preventivo sul prezzo delle arance o contattaci al numero 3371098096 - Dott. Salvatore Martorana